Assisi, nessun pericolo per affreschi della Basilica di San Francesco

Spread the love

 

“Gli affreschi delle basiliche di San Francesco, ad Assisi, tra i quali quelli di Giotto, non corrono alcun rischio”: il direttore della sala stampa del Sacro Convento, padre Enzo Fortunato, replica così alle preoccupazioni relative ai restauri espresse in un articolo dello storico dell’arte Tomaso Montanari pubblicato oggi da Repubblica in prima pagina. Lo dice interpellato dall’ANSA.
Secondo il quotidiano, infatti, la direzione generale per le Belle arti del ministero dei Beni culturali è “allarmatissima”.
In particolare per il restauro degli affreschi di Lorenzetti in corso nel transetto sinistro della Basilica inferiore e per la pulitura del pavimento di pietra del Subasio.

Per padre Fortunato, invece, il restauro “viene svolto in maniera assolutamente corretta”. “Gli affreschi – conclude padre Fortunato – non vengono toccati dal 1968, quando l’intervento venne svolto sotto la supervisione dell’Istituto centrale di restauro”. (ANSA)

Restauri: soprintendente, in Basiliche Assisi tutto in norma

“Non ho trovato alcun tipo di problema. Tutto è assolutamente nella norma, come d’altronde già sapevo”: a dirlo è il Soprintendente ai Beni storici e artistici dell’Umbria Fabio De Chirico dopo la visita di stamani al complesso delle Basiliche di San Francesco ad Assisi . Rispondendo all’ANSA spiega quindi di ritenere che gli interventi sospesi cautelativamente “possano riprendere quanto prima”.
“Il mio – ha detto ancora De Chirico – non è stato un sopralluogo vero e proprio ma una visita alla comunità dei frati francescani per rassicurarli dopo le polemiche degli ultimi giorni. ero infatti già aggiornato sui lavori di pulitura e consolidamento in corso nella Basilica inferiore”.
Il soprintendente ha spiegato di essere in attesa di un parere in tal senso ma ha già spiegato che i lavori potranno ricominciare “a breve”.

“I ponteggi sono tutti lì – ha sottolineato De Chirico – e invito chiunque lo voglia fare a verificare la situazione. Se poi si dovesse ritenere utile una task-force per supportare la comunità dei frati ben venga”. (ANSA)

Restauri: frati Assisi, soddisfatti visita soprintendente

“Soddisfazione e gioia” da parte del custode del Sacro Convento di Assisi padre Mauro Gambetti per la visita del sovrintendente Fabio De Chirico al complesso delle Basiliche di San Francesco. A riferirlo è il responsabile della sala stampa della comunità padre Enzo Fortunato.
Padre Gambetti ha accompagnato De Chirico che oggi ha preso visione dei lavori. Il custode si è quindi detto “soddisfatto” per la possibilità che gli interventi possano riprendere a breve.
“Non ero assolutamente preoccupato. Tutto è stato fatto rispettando sinergie e leggi” ha detto il restauratore Sergio Fusetti che segue gli interventi per la comunità francescana.

“quanto detto dal soprintendente – ha aggiunto – è l’ulteriore prova che i lavori sono stati condotti correttamente”. (ANSA)

REPUBBLICA E LE FOTO  SCATTATE CON IL CELLULARE

Le foto pubblicate da  Repubblica sul cartaceo e sull’online si riferiscono ad affreschi che non vengono restaurati dal 1968 e non fanno parte della Cappella di San Nicola. Quindi come è possibile fare un confronto PRIMA E DOPO??? Va detto inoltre che le opere d’arte vanno fotografate secondo dettami e regole ben precise e non da un cellulare, come ci è stato riferito. Rimaniamo stupiti da quanto riportato. Maggiori informazioni su www.sanfrancescopatronoditalia.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *