Capitolo 7 – COME MANNA DAL CIELO

Spread the love

Mentre pubblico un altro capitolo, il 7° di “Come manna dal cielo”, la Francia è insanguinata, l’Europa in subbuglio, tutti sembrano pronti ad una nuova guerra. La geografia politica del medio oriente, disegnata alla fine della prima guerra mondiale e ridisegnata alla fine della seconda, ne uscirà sconvolta. Anche il nostro mondo non sarà più lo stesso. Sono sotto attacco il nostro modo di vivere, i valori della democrazia, la parità di genere, la musica dei giovani, il rispetto reciproco, la libertà di religione, il diritto di opposizione e di critica, il bicchiere di vino che beviamo, il pasto che consumiamo assieme…… Ho realizzato “Come manna dal cielo” pensando alle possibilità concrete di dialogo che esistono se andiamo assieme a rileggere i libri considerati sacri dalle religioni monoteiste. Qui vengono letti i Vangeli e la Bibbia, ma è già in corso un’evoluzione successiva di questo lavoro con la lettura di passi del Corano e dei testi buddisti e induisti. Continuo a pubblicare perché davanti al cibo, davanti ad un piatto, possiamo sederci tutti assieme e sperare in un mondo migliore. 

(Le foto sono di Marina Ortona)

—————————————

IMG_8703

 

Prima della grafica col capitolo 7, inserire Papa Francesco: le sue frasi sui sacerdoti come pastori, ma con l’odore delle pecore

——————————effetti sonori gregge di pecore

Grafica:

Capitolo 7
IL PASTO E IL PASTORE

—————immagini gregge di pecore sotto le querceIMG_8695

Roberto (fc)
Pastore, pascere, pasto. Pastore è colui che porta il gregge a pascere, a pascolare, a mangiare. Il pastore procura e garantisce il pasto.
Mangiare non è semplicemente nutrirsi.
Ogni pasto ha un valore simbolico e spirituale
Rappresenta un momento alto nelle relazioni tra gli uomini.
Nella Bibbia, Esodo, il Signore parla a Mosè e Aaronne in Egitto e dice loro così…

—————–immagini gregge di capre sotto l’albero

grafica:
parco biblico
Neot Kedumim, IsraeleIMG_8761

Grafica e voce speaker:

Bibbia – Esodo 12,1-4

Parlate a tutta
la radunanza d’Israele,
e dite: Il decimo giorno
di questo mese,
prenda ognuno
un agnello per famiglia,
un agnello per casa;
e se la casa
è troppo poco numerosa
per un agnello,
se ne prenda uno in comune
col vicino di casa
più prossimo,
tenendo conto
del numero delle persone;
voi conterete ogni persona
secondo
quel che può mangiare
dell’agnello.

————-cambio musica, coro sardo–immagini gregge in Sardegna

grafica:
Monte Minerva, Sardegna

Roberto (fc)
La Bibbia invita a calcolare bene il numero delle persone per non sprecare niente e indica con precisione come deve essere cotto: alla fiamma.
Una tradizione millenaria che è stata conservata in Sardegna.

grafica:
Piero Tilloca
Monte Minerva, Sardegna
“Noi mangiamo tutto , non si cucina tutto insieme, la testa si divide dall’agnello, così come anche le interiora che vengono preparate a parte, inspiedate a parte, però cucinate sempre al fuoco vivo.”

IMG_8693

Grafica e voce speaker:

Bibbia, Esodo 12, 7-9

E si prenda del sangue d’esso,
e si metta sui due stipiti
e sull’architrave della porta
delle case dove lo si mangerà.
E se ne mangi la carne
in quella notte;
si mangi arrostita al fuoco,
con pane senza lievito
e con dell’erbe amare.
Non ne mangiate niente
di poco cotto
o di lessato nell’acqua,
ma sia arrostito al fuoco,
con la testa,
le gambe e le interiora.

Piero Tilloca
“E’ una tradizione proprio legata alla Pasqua, ci deriva dalla Bibbia. Si fa soprattutto durante le festività pasquali, le festività natalizie, le ricorrenze della famiglia, quelle che si vogliono festeggiare. La carne non si mangiava tutti i giorni. Il pastore non mangia tutti i giorni la carne.”

Moshe Basson
“L’unico a mangiar carne, anche due volte al giorno, era il sacerdote nel tempio, perché chiunque stesse cuocendo un agnello doveva riservarne una parte per il sacerdote.
Una parte poi doveva essere bruciata per far salire l’aroma fino al cielo. E la maggior parte dell’animale era per il consumo della famiglia.

Piero Tilloca
“E’ una tradizione antica anche in Sardegna. Io penso che sia il modo più semplice per cucinare la carne per un pastore che magari segue le bestie durante la transumanza e non ha una vera e propria casa, magari abita nelle pinnete , non ha un forno, e quindi la cottura al fuoco è il metodo più semplice per cucinare queste cose. Oltre al sapore che prende la carne che è decisamente buono.”

Don Ciucci
“ Le dosi che ci sono nella Bibbia…. sono sempre dosi esagerate. Da questo punto di vista Gesù non è un grande cuoco, sbaglia clamorosamente le dosi, fa pescare 153 grossi pesci che è un po’ esagerato. Ma d’altro canto …..aveva iniziato Abramo che quando si trova tre ospiti davanti fa cucinare un intero vitello grasso e, se non mi sbaglio, più di 4 chili di farina.

IMG_8723

Grafica e voce speaker:

Bibbia, Genesi 18, 7-8

Allora Abramo andò in fretta
nella tenda, da Sara,
e disse:
“Presto, tre sea di fior di farina,
impastala e fanne focacce.”
All’armento corse lui stesso, Abramo;
prese un vitello tenero e buono
e lo diede al servo,
che si affrettò a prepararlo.
Prese panna e latte fresco
insieme col vitello
che aveva preparato,
e li porse loro.
Così, mentre egli stava in piedi
presso di loro sotto l’albero,
quelli mangiarono.

IMG_8853

Don Ciucci
Le dosi della Bibbia sono interessanti, sono sempre dosi per un popolo. Non sono mai dosi per una persona, per una famiglia piccola, sono sempre dosi per tanti e c’è sempre un’abbondanza. Quando Dio si mette in cucina c’è sempre una sovrabbondanza. Un esserci di più che non deve andare sprecato ma che chiede anzi di essere utilizzato. ……Nella Bibbia c’è sempre da mangiare per tutti.”

Roberto (fc)
Il figliol prodigo ritorna dopo aver scialacquato il patrimonio paterno. Ma il padre ne ha compassione.
Lo abbraccia, lo bacia e dà istruzioni ai servi.

Grafica e voce speaker:

Vangelo di Luca 15, 20-24

Ma il padre disse ai servi:
«Presto, portate qui
il vestito più bello
e fateglielo indossare,
mettetegli l’anello al dito
e i sandali ai piedi.
Prendete il vitello grasso,
ammazzatelo, mangiamo
e facciamo festa,
perché questo mio figlio
era morto
ed è tornato in vita,
era perduto
ed è stato ritrovato».
E cominciarono a far festa.

————————cambio musicaIMG_8815

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *