MAN HU? – COSA E’?

Spread the love

IMG_9452

Capitolo 10
MAN HÛ?
COSA È?

IMG_9521Grafica e voce speaker: Esodo 16, 11-16

Quando lo strato di rugiada svanì,
ecco, sulla superficie del deserto
c’era una cosa fine e granulosa,
minuta come è la brina sulla terra.
Gli Israeliti la videro
e si dissero l’un l’altro: ‘Che cos’è?’,
perché non sapevano cosa fosse.
Mosè disse loro:
‘È il pane che il Signore
vi ha dato in cibo.
Ecco che cosa comanda il Signore:
‘Raccoglietene quanto
ciascuno può mangiarne,
un omer a testa,
secondo il numero delle persone
che sono con voi.
Ne prenderete ciascuno
per quelli della propria tenda.’

IMG_9601Roberto (fc):
Manna: ognuno ne deve raccogliere solo quanto può mangiarne.
Dice la Bibbia, non più di un omer a testa. Si tratta comunque di una porzione generosa: un omer è antica unità di peso che corrisponde ad un chilo e trecento grammi.
La manna: misteriosa ma abbondante.

IMG_8294Don Ciucci
“E’ qualcosa che proprio per il suo essere misteriosa, chiede di affidarsi. Tu non sai cos’è questa cosa ma questo è il dono che Dio ti fa. Fidati di lui. Di più ancora. Un’altra regola che Dio impone…quando esce la manna Dio dice al suo popolo: prendetene quello che vi serve per la giornata. Punto. ….

IMG_8049Moshe Basson
“L’arca dell’alleanza conteneva le tavole della legge con i dieci comandamenti dati a Mosè e poi una piccola ampolla, probabilmente di vetro, con dentro della manna. E questo per ricordare la manna e per comprendere che nulla in questo mondo è la vera manna, malgrado molti abbiano tentato di identificarla con questo o quel fenomeno naturale.

Don Ciucci
La manna è un cibo che noi non conosciamo, quella che chiamiamo manna è questa cosa siciliana che è un buon dolcificante profumato, ma in realtà è un cibo che dice una presenza fedele e custodente di Dio per il suo popolo e che chiede in cambio la fiducia: fidati di me e vedrai che non ti mancherà mai il cibo.”IMG_8232

————-effetti sonori parco delle Madonie, forte ronzio di cicale
————-immagini: Gelardi incide i frassini, cola la manna

grafica:
Parco delle Madonie, Sicilia

grafica:
Giulio Gelardi, produttore di manna
Parco delle Madonie, Sicilia
“la manna è la linfa del frassino. Io faccio delle incisioni alla pianta e da queste incisioni mi cola il succo che man mano che scende comincia a cristallizzare e si trasforma in manna.
………
La manna è dolcissima, è un dolce ma è anche un sale minerale. Ricchissima di sale.”
…………
“La goccia che esce ci fa ricordare in qualche modo il dono del cielo. Ci fa ricordare la manna biblica. Nella Bibbia la manna cade dal cielo nel deserto per ben 40 anni. Ha delle particolarità per cui non esiste prodotto che possa essere paragonato a quello che descrive la Bibbia. “

IMG_8484Moshe Basson
“Io sono in grado di parlare di tutti gli ingredienti che esistono nella mia cucina o che sono presenti nella flora di Israele e di collegarne l’esistenza alle parole della sacre scritture, alla Bibbia insomma. Posso spiegare esattamente per quale ragione la Bibbia ne parla. Per ogni ingrediente io sono in grado di fare questo, ma non per la manna.”

Giulio Gelardi
“Ma la cosa importantissima di quello che descrive la Bibbia sono i comandamenti legati alla manna. Comandamenti che sono stati negati e nascosti. Uno: il sabato non si raccoglie. Obbligo del giorno di riposo. L’altro obbligo: si può raccogliere della manna solo quanto basta. Quella che si raccoglie in più fa i vermi. Non si può tesaurizzare.

IMG_9204Moshe Basson
“Ci si chiede come faceva un ricco nel deserto a invitare un povero alla sua tavola se per tutti c’era la stessa manna? Il fatto è che la manna non era solo manna, era quello che ciascuno pensava di mangiare o avrebbe voluto mangiare. Così il ricco poteva dire di stare offrendo un intero bufalo. Quando uno chef cucina o quando chiunque cucina, anche una madre per la sua famiglia, può servirsi di ingredienti molto semplici e acconciarli in modo tale che diventino come la manna.”

IMG_8553Roberto: (da Gerusalemme)
NELLA BIBBIA È UN DONO, UN SEGNO DELL’AMORE PATERNO DI DIO. PER I CRISTIANI, GIOVANNI L’EVANGELISTA NE FA IL SIMBOLO DELL’EUCARESTIA.

Grafica e voce speaker: Vangelo di Giovanni 6, 30-33

Allora gli dissero:
«Quale segno tu compi
perché vediamo e ti crediamo?
Quale opera fai?
I nostri padri hanno mangiato
la manna nel deserto,
come sta scritto:
Diede loro da mangiare
un pane dal cielo».
Rispose loro Gesù:
«In verità, in verità io vi dico:
non è Mosè che vi ha dato
il pane dal cielo,
ma è il Padre mio
che vi dà il pane dal cielo,
quello vero.
Infatti il pane di Dio è colui
che discende dal cielo
e dà la vita al mondo».

IMG_8613
Roberto: (da Gerusalemme)
SECONDO I DATI DIFFUSI DALLA FAO, OGGI NEL MONDO CI SONO 162 MILIONI DI BAMBINI RACHITICI, OVVERO BAMBINI CHE NON HANNO UN ACCESSO ADEGUATO AL CIBO.
……..
DOBBIAMO RICORDARE QUANTO PROCLAMA LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO:

Voce Roberto + grafica :
Tutti gli esseri umani hanno diritto
ad avere cibo che sia disponibile
in quantità sufficiente,
adeguato da un punto di vista
nutrizionale e culturale
e che sia fisicamente
ed economicamente accessibile.

IMG_8933
Don Pagazzi
“ Il dar da mangiare, il ricevere da mangiare, il bisogno e l’alimentazione, è la grammatica elementare di ogni tipo di relazione. Anche di quella relazione delicata e necessaria che è il dialogo tra le religioni.

Don Ciucci
“Ben vengano, ma davvero ben vengano tutte le occasioni in cui possiamo sederci a tavola e condividere, ma davvero condividere qualcosa della nostra storia e dei nostri beni con chi è diverso da noi, con chi dobbiamo scoprire nel bene che porta e non soltanto nella fatica che ci consegna, vigilando che questa cosa sia fatta con intelligenza, con sapienza, con affetto, con passione, come la farebbe Gesù. “

Don Pagazzi
Il cibo richiede disciplina, perché se invito a casa qualcuno, devo sapere che cosa mangia, che cosa gli piace mangiare, cosa non gli piace, cosa può e cosa non può e non deve mangiare. Credo che davvero il cibo sia un contesto, un ambiente, dove questo dialogo può avvenire.

————————————–

Credits di coda

Musiche:
Giuseppina Torre
The Idan Raichel Project
Coro di Bitti

Si ringraziano:
– Ministero del Turismo Israeliano
-Angela Polacco
-Marina Ortona per le fotografie

…….
……..

————————————

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *